Blogs

Blogs

Informazioni, curiosità ed approfondimenti dal mondo della Sanità

15 Maggio 2017

CERTIOR - Il video consenso informato

Vota questo articolo
(1 Vota)
635 volte

 

La rivoluzione del consenso informato

 

Fra le novità presentate durante la III Congresso Nazionale dell'ASS.A.I. il «Certior»,
software per il Video Consenso Informato, ha rappresentato certamente uno dei temi caldi. 

A presentarlo l’avvocato Gianluca Mari, specializzato nella tutela legale di medici e strutture sanitarie, in una relazione condotta dal Dottor Carmelo Galipò, Presidente della Accademia Italiana della Medicina Legale, sostenitore del progetto, che ha validato con l’Accademia l’importanza di una tale innovazione.

 

Certior è pensato anche per le strutture private e pubbliche, dove la complessità delle prestazioni erogate (chirurgiche e diagnostiche), richiede un'attenzione particolare nella rappresentazione del Consenso Informato.

Anche i Centri diagnostici ed i Laboratori di Analisi sono soggetti all'obbligo di prestare il consenso informato al paziente per molteplici tipologie di prestazioni, Certior è la soluzione che permette di assolvere a tale obbligo.
 

Per saperne di più potete visitare www.certior.it

 

28 Novembre 2016

1986-2016 I primi Trent'anni della Banca del Seme di Tecnomed

Vota questo articolo
(3 Voti)
1076 volte

Tecnomed Centro Medico Biologico Srl è una brillante azienda sanitaria che opera nel campo della ricerca e della clinica applicata alla medicina e biologia della riproduzione umana. Nel corso degli anni, grazie all’impegno profuso quotidianamente dai suoi operatori sanitari ed amministrativi, è diventata punto di riferimento non solo per pazienti e coppie che giungono a Nardò da ogni parte d'Italia, ma anche per medici, biologi, studenti universitari, strutture sanitarie ed istituzioni scientifiche che hanno trovato in questa azienda un partner di successo per lo sviluppo scientifico e culturale della Medicina della Riproduzione.

 

Tecnomed è stato uno primi centri italiani ad occuparsi in modo pionieristico di questo delicato settore della medicina e ad essere autorizzato come centro di Procreazione Medicalmente Assistita. Già nel 1984, infatti, presso la sede dell’epoca, venne attivata una Banca del Seme destinata alla preservazione della fertilità dei pazienti oncologici. Tale attività venne formalmente autorizzata dopo due anni, nel 1986, grazie alla lungimiranza dei sensibili amministratori di allora.
Autorizzazioni che sono state sempre confermate negli anni da tutte le istituzioni locali e nazionali che oggi regolamentano questa particolarissima attività sanitaria. Non senza un pizzico di orgoglio ci piace sottolineare che questa di Nardò ci risulta essere
la prima autorizzazione formale italiana all'apertura di una "Sezione di Criobiologia e Fisiopatologia della Riproduzione umana", ovvero di una Banca del Seme e Centro di Procreazione Assistita. 

A Tecnomed, inoltre, non mancano i riconoscimenti da parte di importanti istituzioni scientifiche, quali ad esempio: 

l'Università del Salento, con la quale da anni si collabora nella formazione di biologi esperti in seminologia e nella ricerca di base attraverso la produzione di studi e lavori scientifici pubblicati sulle principali riviste internazionali del settore;

l’Università Autonoma di Madrid con cui è in corso uno studio internazionale sul DNA degli spermatozoi; 

la Società Italiana di Andrologia, l’Associazione Andrologi Italiani e l’Osservatorio Internazionale sullo Stress Ossidativo che hanno certificato l’eccellenza della nostra attività; 

la Società Italiana di Conservazione della Fertilità che disegnato una mappa nazionale delle strutture in grado di offrire servizi di preservazione della fertilità nei pazienti oncologici con standard di qualità elevati. 

 

Vi aspettiamo il 7 dicembre ore 15:00 presso il Chiosco dei Carmelitani a Nardò.

E l'evento continua alle 20:30 presso il Teatro Comunale di Nardo' con lo spettacolo teatrale
"STASERA OVULO" di Antonella Questa; un monologo che indaga sulle problematiche della maternità "over 35" e della sterilità femminile. L'istinto materno di una donna che, passati i 35 anni, decide di desiderare un figlio. Una strada tortuosa, fatta di tentativi, fallimenti, esami medici e cure pesanti; una nuova consapevolezza raggiunta per un finale commovente e inaspettato.

 

 15271831 10209628891832719 2377876335898629229 o

 

 

clicca qui per scaricare il programma 

 

 

 

09 Settembre 2016

#FERTILITYDAY, 22 settembre 2016

Vota questo articolo
(10 Voti)
7828 volte

  

Fertility Day sì o Fertility Day no?

PARLIAMONE! 

 Ti aspettiamo la mattina del 22 settembre per uno screening gratuito della tua fertilità presso la nostra struttura di Nardò.

Specialisti in vari settori saranno a tua disposizione per domande di ogni tipo.

E nel pomeriggio, a partire dalle 18:00, il Prof. Lamberto Coppola, il Dott. Luigi Lubello, la Dott.ssa Silvia Olive, la Dott.ssa Daniela Domenica Montagna e la Dott.ssa Sara Pinto Provenzano vi accoglieranno con un apertivo-dibattito sul #FertilityDay.

Potrete assaggiare prodotti a Km0 premiati, durante il Congresso Nazionale Ass.A.I. "Coppie senza barriere", per le loro proprietà biologiche utili a cotrastare l'attività dei radicali liberi. 

Ne parlano:

ApeONLUS
LeccePrima
Evensi
Il Tacco di Bacco

 

 

 

FD16 screening tecnomed nardò

 

 

FD16 aperitivo tecnomed nardò

22 Giugno 2016

SE IL MASCHIO STERILIZZATO CI RIPENSA?

Vota questo articolo
(7 Voti)
7619 volte

1467213 688163877883644 1697936008 n

 

Oltre cinquanta milioni di uomini nel mondo sono ricorsi a vasectomia o sterilizzazione maschile che dir si voglia.

Un intervento considerato definitivo, anche se non è del tutto vero e con efficacia contraccettiva che si avvicina al cento per cento.
In Italia pochissimi medici la eseguono, sia per la scarsa chiarezza legislativa che per la mancanza di rimborsabilità da parte del Sistema Sanitario. Motivo per cui la neonata ASS.A.I, l'Associazione Andrologi Italiani, che si è appena riunita a Camogli per il suo primo congresso nazionale, proporrà linee guida per la regolamentazione della procedura. Dal 1999 al 2005 in Italia sono state effettuate solo 1717 vasectomie, dal 2005 non ci sono dati certi, neppure sui ripensamenti che, globalmente, incidono dal 2 al 6 per cento. La vasectomia, infatti, grazie anche alle nuove tecniche microchirurgiche, è diventata meno "definitiva" di quanto non fosse in passato tanto che alcuni uomini chiedono la ricanalizzazione, con il risultato di gravidanze spontanee che arrivano al 60 per cento.
Sono i dati dello studio presentato da Giovanni Andrea Coppola e Valerio D' Orazi, della microchirurgia andrologica della casa di cura accreditata Fabia Mater di Roma.


Giovanni Andrea Coppola

presenta i dati al Congresso Nazionale Ass.A.I

1503446 688164081216957 469520420 n

«È importante spiegare bene prima dell' intervento che psicologicamente la vasectomia vuol dire rinunciare alla propria fertilità - premette Coppola - perché non è detto che la ricanalizzazione funzioni e le aspettative potrebbero essere eccessive. Oggi, però, in Italia, il problema semmai è l' opposto, alcuni medici non eseguono vasectomie per timore di ripercussioni medico-legali. In realtà non si configura nessun tipo di reatoe l' intervento può essere eseguito anche in ospedale, sebbene non si preveda un rimborso». Privatamente può costare da 500 a 3000 euro. L' intervento è ambulatoriale e dura circa un quarto d' ora. «Si procede in anestesia locale - spiega Valerio D' Orazi - con una incisione sullo scroto di circa 1 centimetro per esteriorizzare i tubicini che trasportano gli spermatozoi che vengono poi legati e sezionati. La dimissione in genere è dopo due-tre ore. Una possibile complicanza, rara, è un lieve ematoma scrotale. L'efficacia contraccettiva si ha dopo circa tre mesi e va testata con 3 spermiogrammi successivi a distanza di un mese». Se l' intervento in sé è semplice, bisogna dedicare molto tempo al consenso informato e alla selezione del paziente, per capire le sue motivazioni ed evitare un pentimento futuro. «Prima dell' intervento si dovrebbe consigliare sempre di congelare gli spermatozoi - continua Coppola - ma è possibile utilizzare quelli prelevati direttamente dai testicoli per una paternità con tecniche di fecondazione assistita».

Molti temono di perdere la potenza sessuale o di non riuscire a raggiungere l' orgasmo. «Non è così - precisa Aldo Franco De Rose, presidente Ass.A.I., urologo e andrologo al San Martino di Genova - non ci sono controindicazioni né effetti collaterali importanti. È però indispensabile affidarsi ad esperti in microchirurgia, anche per poter consentire eventualmente una ricanalizzazione in futuro. Inoltre, è corretto informare sempre la partner. Come Ass.A.I. proporremo l' istituzione di un registro nazionale per le vasectomie, siamo tra i pochi a non avercelo»

19 Aprile 2016

Congresso Nazione Aogoi - Puglia 8-9-10 maggio

Vota questo articolo
(3 Voti)
7688 volte

 

Presidenti onorari: A. Chiàntera, C. Gigli, P. Scollo, V. Trojano

Presidenti: A. Belpiede, M. Cantatore, P.L. Sozzi

 

MAIN TOPICS

  • Nuovi orientamenti della diagnosi prenatale non invasiva
  • Percorso nascita in Puglia: protocolli e linee guida
  • Induzione del travaglio di parto
  • Raccolta cellule cordonali e placenta
  • Diabete in gravidanza
  • Ipertensione e pre-eclampsia
  • Ambulatorio gravidanza fisiologica e management gravidanza a termine
  • Cartella clinica informatizzata
  • Nutrizione e cresita fetale e neonatale
  • Parto pre-termine: diagnosi e trattamento
  • Parto post-termine: gestione
  • IVG legge 194: terapia farmacologica versus chirurgia
  • Focus menopausa
  • Uso laser CO 2 in menopausa
  • Nuove frontiere in contraccezione
  • Oncofertilità
  • Oncologia ovaio e endometrio
  • Endometriosi infiltrante
  • AOGOI PER TE
  • Responsabilità professionale tutela legale e colpa grave
  • Tavola rotonda: giuristi, magistrati, periti (CTU, CTP)
  • Focus uroginecologia
  • Pianeta PMA

 

Programma Congresso

Certior-Colori

 

 

CRIOBANCA

 


Dettagli →

Fecondazione Eterologa

 

-pagina in costruzione-

Info su CentroTecnomed

Tecnomed Studi Medici e Laboratorio Analisi
Direttore Sanitario: Prof. Lamberto Coppola

Centro TECNOMED

  • +39 0833.567547 -  Fax. 0833.567931
  • tecnomed@centrotecnomed.it
  • Via XX Settembre, 14/18
    73048 NARDO' (LE)
    ITALIA

Ultime Notizie

CentroTecnomed utilizza i cookie per fornire i suoi servizi. Per avere maggiori informazioni su questa direttiva e sulla privacy in generale, visitate il link policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information