Carta dei servizi

100946 volte

Indice Sezioni

Tecnomed-Centro Medico Biologico srl

Presentazione

La diagnosi e la cura delle patologie riproduttive trovano il loro razionale nella profonda conoscenza dei meccanismi fidiopatologici che sono alla base di tali disfunzioni, e soprattutto sulla comprensione delle intime alterazioni biologiche che rendono una coppia incapace alla procreazione. E’ su questo presupposto che il Centro Tecnomed, da sempre orientato all’eccellenza nel campo delle scienze della riproduzione umana, ha impostato la propria missione sanitaria al servizio della coppia. La tradizione familiare per quattro generazioni ha trasmesso passione e dedizione nella scienza medica; l’approfondimento della medicina a letto del malato e nei laboratori ha donato sicurezza, esperienza e professionalità; la sensibilità e la lungimiranza hanno permesso di applicare le nuove conquiste della ricerca scientifica. Tutto ciò rende Tecnomed un punto di riferimento nel campo della medicina e biologia della riproduzione.

Principi fondamentali

Ogni cittadino ha il diritto di scegliere liberamente, al di fuori di ogni costrizione materiale e morale, il medico ed il luogo di cura; nel rispetto di tali principi fondamentali Tecnomed si è impegnato e si impegna costantemente per assicurare l'accesso alle cure nei tempi più brevi possibili, qualunque sia l'appartenenza sociale, razziale, ideologica, politica, economica dell'utente, in ossequio ai principi fondamentali di eguaglianza, imparzialità, continuità, diritto di scelta, partecipazione.

Attività di formazione

La notevole competenze acquisita nel corso della lunga esperienza nel campo della riproduzione umana ha indotto Tecnomed ad impegnarsi anche nel campo della formazione professionale, organizzando corsi teorico-pratici destinati a Medici e Biologi provenienti dall'esterno, denominati "I venerdì di Tecnomed".
Tecnomed organizza incontri interattivi flash ed esercitazioni pratiche rivolti a colleghi particolarmente attenti alle problematiche riproduttive nell'ambito della MEDICINA DI COPPIA e che sentono l'esigenza di confrontare le reciproche esperienze in questo delicato settore.


Organigramma

L'erogazione delle prestazioni e assicurata da una struttura organizzativa che comprende le seguenti figure: Direttore Sanitario; Responsabile del Centro di Procreazione Medicalmente assistita; Responsabile Laboratorio Analisi; Responsabile della Qualità; Ginecologi; Andrologi; Urologi; Endocrinologi; Ecografisti; Chirurghi; Psicologi; Biologi; Tecnici di laboratorio; Personale amministrativo; Addetti alla segreteria; Addetti ai servizi tecnici ed ausiliari

Direttore Sanitario
Prof. Lamberto Coppola: Specialista in Andrologia, Specialista in Ginecologia ed Ostetricia, Perfezionato in Sessuologia

Responsabile Clinica dell’Unità di Fisiopatologia della Riproduzione e PMA
Prof. Lamberto Coppola: Specialista in Andrologia, Specialista in Ginecologia ed Ostetricia, Perfezionato in Sessuologia

Responsabile della Qualità e Coordinatrice Servizi Laboratoristici 
Dott.ssa Daniela Domenica Montagna: Biologa, Master in Fisiopatologia della Riproduzione Umana

 

Ginecologia

Prof. Lamberto Coppola

Dott.ssa Maria Antonietta Rizzo

Dott. Luigi Lubello

 

Andrologia - Urologia

Prof. Lamberto Coppola

Dott. Matteo Bisi

 

Endocrinologia e Malattie Metaboliche

Prof. Domenico Fedele

 

Dietetica e Nutrizione

Dott.ssa Sara Pinto Provenzano

Dott.ssa Daniela Domenica Montagna

 

Ecografia, Elastosonografia, Ecocolordoppler, Ecografia Tridimensionale

Dott. Luigi Mariano

Dott. Angelo Onorato

Dott. Matteo Bisi

 

Endoscopia - Colposcopia - Isteroscopia

Dott.ssa Maria Antonietta Rizzo

 

Microchirurgia andrologica

Prof. Andrea Ortensi

Prof. Valerio D'Orazi

 

Chirurgia vascolare

Dott. Luigi Mariano

 

Senologia

Dott. Angelo Onorato

 

Laboratorio di Andrologia e Fisiopatologia della Riproduzione

Prof. Lamberto Coppola

Dott.ssa Daniela Domenica Montagna

Dott.ssa Sara Pinto Provenzano

 

Banca del Seme e Criobiologia

Prof. Lamberto Coppola

Dott.ssa Daniela Domenica Montagna

Dott.ssa Sara Pinto Provenzano

 

Microbiologia

Dott. Giuseppe Barone

 

Osservatorio internazionale per lo stress ossidativo per la salute della coppia

Dott.ssa Sara Pinto Provenzano (Referente)

Prof. Eugenio Luigi Iorio (Consulente scientifico)

 

Consulenza Genetica

Dott.ssa Sebastiana Pappalardo

 

Consulenza Psicologica

Dott.ssa Ilenia Petrachi

 

Tecnico di laboratorio

Luigi Caputo

 

Responsabile dei sistemi organizzativi e comunicazione

Dott.ssa Elisabetta Coppola

 

AMMINISTRAZIONE

Giovanni Andrea Coppola, Amministratore e Presidente del Consiglio Amministrazione

Dott.ssa Elisabetta Coppola, Vicepresidente e Responsabile del Personale

Dott. Francesco Mari, Direttore Amministrativo

Elisabetta Orlando Orlando, segreteria e front office

Bruno Luisa, segreteria e front office

 

Ausiliari e Servizi Tecnici

Claudio Ruggeri

Tommaso Schirinzi


 Informazioni per l’utente

Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 19:00

Indirizzo: Via XX Settembre 14 – 73048 Nardò (Lecce)
Contatti: centralino +39 0833 567547 fax +39 0833 567931

Indirizzo: Via Kennedy presso "Galleria Luigi Coppola" - 73014 Gallipoli (LE)
Contatti: +39 0833 1930170

Come arrivare

Auto:
S.S. 16 uscita Lecce + S.P. Lecce-Gallipoli Uscita Nardò
Aereo:
Dall’Aeroporto di Brindisi (Papola-Casale) servizio di autonoleggio
Treno:
Dalla stazione di Lecce – Treno regionale per Nardò Città – Servizio Taxi

Il centralino e la segreteria rispondono dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 19:00.


Modalità di accesso

In occasione del primo contatto telefonico il paziente potrà richiedere al centralino/front office un appuntamento con un nostro medico che, in corso di visita, raccoglierà l'anamnesi familiare, remota e recente e valuterà se è necessario sottoporre il paziente o la coppia ad ulteriori accertamenti in loco.
Al Centro Medico Biologico Tecnomed afferiscono:
1. Utenti che scelgono la struttura per la diagnostica di laboratorio e indagini strumentali
2. Utenti che scelgono la struttura per i servizi clinici
3. Coppie che scelgono il Centro per la diagnostica di infertilità e per l'accesso a tecniche di PMA di I livello in sede (e di II livello nei centri affiliati);
4. Pazienti con problematiche sessuologiche orientate a scelte riproduttive;
5. Pazienti che scelgono il centro per la crioconservazione dei gameti.
Tutte le coppie indicate nei punti 3-5 saranno valutate secondo un protocollo diagnostico e clinico ben definito nel Centro.
L'attività clinica e di laboratorio del Centro, che si svolgerà in tutti i giorni lavorativi della settimana, prevede le seguenti tipologie di visite prenotabili:
• Visita Medica
• Visita Ginecologica
• Visita Urologica
• Visita Andrologica
• Visita Internistica
• Visita Chirurgica
• Prestazioni Ecografiche
• Prestazioni di Chirurgia Ambulatoriale
• Colloqui Psicologici
• Crioconservazione gameti
• Procreazione Assistita di I° livello
Tecnomed è impiegato a fornire a quanti intendono usufruire delle sue prestazioni un' informazione che consenta loro di esprimere un consenso realmente informato, prima di essere sottoposto a qualunque trattamento, riferito anche ai possibili rischi o disagi conseguenti al trattamento.


 

La riproduzione assistita
Tecnomed offre servizi di diagnostica e terapia della sterilità di coppia:

Accertamenti nella donna:

  • Indagini ematochimiche generali
  • HbsAg,HbcAb, HCV, HIV, TPHA e VDRL,TORCH IgG IgM
  • Gruppo sanguigno e fattore Rh
  • Indagini endocrinologiche
  • Pannello poliabortività
  • Ricerca Mutazioni Fibrosi Cistica
  • Cariotipo
  • Pap-test
  • Tampone vaginale con ricerca di germi comuni e miceti
  • Tampone cervicale con ricerca di Mycoplasma, Ureoplasma
  • Tampone cervicale o uretrale con ricerca di Clamydia Trachomatis mediante PCR e/o IFA
  • Colposcopia
  • Isteroscopia
  • Laparoscopia
  • Isterosonosalpingografia
  • Monitoraggio ovulatorio ecografico
  • Mucografia
  • Fern test salivare
  • Post coital test
  • Endometriocoltura per GC, micoplasma, clamidia
  • Stress ossidativo
  • Ecografia mammaria
  • Conta dei follicoli antrali e volume ovarico bilaterale
  • AMH – Ormone antimulleriano

Accertamenti maschili:

  • Indagini ematochimiche generali
  • HbsAg, HbcAb, HCV, HIV, TPHA e VDRL
  • Gruppo sanguigno e fattore Rh
  • Cariotipo
    • Ricerca Mutazioni Fibrosi Cistica
    • Ricerca microdelezioni cromosoma Y
    • Ecografia testicolare e prostatica
    • Eco doppler vasi spermatici
    • Spermiocoltura per GC e micoplasma
    • Spermiogramma
      • Test di capacitazione
      • Test di Frammentazione del DNA spermatico
      • Tampone uretrale per HPV e clamidia
      • Biochimica seminale
      • Apoptosi
      • Stress ossidativo
      • Stress ossidativo
      • Test al blu di anilina
      • Funzionalità mitocondriale
      • Test all’arancio di acritina
      • Indagini endrocrinologiche
      • Prove crociate in vitro (Kremer, MillerKurzroc, SCMC)
      • E’ importante chiedere qualunque spiegazione nel caso che qualche aspetto del trattamento non sia chiaro.

        E’ comprensibile infatti che vi siano problemi in relazione al programma ed alle sue complicazioni. Il programma è coinvolgente dal punto di vista emotivo; è quindi facile che in relazione ad esso si presentino delle incomprensioni anche per i piccoli disguidi che spesso si possono verificare; a tale riguardo medici e biologi di Tecnomed saranno disponibili per una maggiore comprensione ed un migliore approccio al programma.


Tecniche di Fecondazione assistita

        1. Inseminazione intracervicale (IIC) e Inseminazione Intrauterina (IUI)
        1. Per inseminazione intracervicale o inseminazione intrauterina si intende la immissione di liquido seminale opportunamente “preparato” rispettivamente del canale cervicale o nella cavità uterina, in ciclo spontaneo ovvero previa induzione farmacologica dell’ovulazione. E’ una tecnica semplice e poco invasiva che prevede comunque un preliminare accurato studio dell’apparato genitale interno femminile, della pervietà delle tube, della funzione ovulatoria nonché dei parametri seminali del partner. Tecnicamente viene effettuata con una cannula flessibile introdotta del canale cervicale o in cavità uterina a 0,5 cm circa dal fondo, e iniettando lentamente un piccolo volume di liquido seminale trattato.
          Un accurato monitoraggio ecografico ed ormonale dell’ovulazione e la preparazione del liquido seminale rappresentano le due tappe fondamentali per il successo della tecnica.

        2. Fecondazione in vitro con transfer dell’embrione (FIVET)
          Presso il Centro associato a Roma (Fabiamater). Questa metodica messa a punto nel 1978 dall’équipe inglese di Steptoe ed Edwars, prevede l’aspirazione dei follicoli sviluppatisi nelle ovaie a seguito di una induzione di crescita follicolare multipla, l’identificazione degli ovociti, la loro classificazione, incubazione, fecondazione e sviluppo “in vitro” degli embrioni (FIV)ed i loro successivo trasferimento dell’utero materno (ET). L’intervento di prelievo degli ovociti viene eseguito sotto controllo ecografico in anestesia locale o generale, se richiesta. Si tratta di indurre un sottilissimo ago montato su una guida apposta sulla sonda ecografica attraverso la parete vaginale, seguirne il percorso sul monitor fino al raggiungimento dei follicoli distribuiti all’interno dell’ovaio ed aspirarne il liquido follicolare all’interno del quale sono contenuti gli ovociti. Il liquido prelevato viene inviato il laboratorio per l’identificazione dell’ovocita che verrà prelevato e lasciato a incubare fino al raggiungimento della maturità. Successivamente il liquido seminale “capacitato” verrà posto insieme all’ovocita in un terreno di coltura adeguato che ne garantirà la sopravvivenza e la crescita. La fecondazione dell’ovocita e la sua successiva divisione in due cellule rappresentano l’inizio dello sviluppo di un embrione. Tale divisione può essere rilevata non prima delle 50 ore e in alcune casi anche dopo le 72 ore del prelievo; durante questo periodo di attesa la coppia non potrà ricevere alcune notizie da parte dell’équipe. La paziente verrà avvertita per tempo quando si sarà deciso di effettuare il Transfer (trasferimento dell’embrione). Questo procedimento viene eseguito utilizzando una cannula che, introdotto nel canale cervicale, deposita l’embrione all’interno della cavità uterina. Tale prassi è indolore, dunque, non è richiesta alcuna anestesia. Dopo il transfer la paziente dovrà restare immobile per un cento periodo di tempo che potrà variare in relazione alle difficoltà presentate dal transfer stesso. Le nuove norme dettate dalla legge 40 del 2004 stabiliscono che degli ovociti aspirati solo tre potranno essere avviati alla fecondazione. In seguito alla sentenza n. 151 del 2009 della Corte Costituzionale, il numero di ovociti da fecondare viene concordato sulla base delle valutazioni cliniche. Gli ovociti in esubero, potranno essere, previo consenso della coppia, avviati al congelamento.

        3. Microiniezione dello spermatozoo all’interno del citoplasma ovocita rio (ICSI)
          Presso i Centri associati di Roma (Fabiamater) e Progenia (Mesagne)
          Questa tecnica rappresenta la più avanzata delle strategie impiegate per la soluzione di un problema di sterilità di coppia. Più specificamente,essa consente di affrontare il problema della sterilità da fattore maschile. Infatti le indicazioni alla tecnica sono rappresentate da tutte quelle condizioni di alterazione del campione seminale che non consentono di utilizzare la tecnica FIVET o da precedenti esperienze fallimentari di FIVET (assenza di fecondazione) anche con campioni seminali apparentemente normali. La fecondazione in vitro mediante ICSI prevede che il singolo spermatozoo venga inserito, per mezzi di microago, direttamente all’interno della cellula uovo. Questa rappresenta l’unica, fondamentale, variante rispetto alle altre tecniche nelle quali è prevista la fecondazione in vitro. La ICSI, infatti, comporta le stesse modalità di esecuzione delle fasi di stimolazione ovarica, monitoraggio e trasferimento degli embrioni. Una variante della ICSI classica, di recente introduzione, è rappresentata dalla IMSI che consiste nell’iniezione intracitoplastica di spermatozoi morfologicamente selezionati con alto potere di ingrandimento.

        4. Crioconservazione del liquido seminale
          In Puglia dal 1986 il Centro Tecnomed è stato il primo Centro ad occuparsi di crioconservazione del liquido seminale in pazienti candidati a trattamenti oncologici in collaborazione con i centri oncologici pugliesi e non.
          La crioconservazione del liquido seminale e/o degli spermatozoi prelevati chirurgicamente è una tecnica che viene utilizzata per poter procedere all’inseminazione degli ovociti a prescindere dalla presenza o dallo stato di salute del partner maschile. La metodica utilizzata ormai da molti, consente di utilizzare i gameti nel tempo mantenendo inalterata la loro capacità fecondante.


Rivelazione della soddisfazione dei pazienti

Il Centro rileva periodicamente il grado di soddisfazione ed i motivi della eventuale insoddisfazione di coloro che hanno utilizzato i suoi servizi mediante la distribuzione di un questionario anonimo. Tale procedura è stata redatta allo scopo di valutare la qualità dei servizi erogati dal Centro Tecnomed mediante la compilazione da parte dei pazienti di un questionario di soddisfazione. Il questionario è disponibile in segreteria ed è a disposizione di qualsiasi utente del centro che avrà la possibilità di rispondere alle domande e di inserire delle osservazioni o suggerimenti. Nel caso in cui il paziente voglia riferire un'osservazione o una disapprovazione direttamente al responsabile di qualità o alla direzione, ne ha facoltà.

Reclami

La prestazione di un reclamo da parte di un cittadino che ha utilizzato i nostri servizi è un segnale sulla possibile esistenza nel sistema aziendale di disfunzioni che possono avere la loro causa nell'organizzazione, nella struttura tecnica dei servizi, nei comportamenti del personale. Ai fini del mantenimento dei più alti livelli di qualità del servizio, che costituisce l'obiettivo strategico del centro, tale segnale è per noi di importanza fondamentale perché ci consente di intervenire per l'eliminazione delle disfunzioni e di riportare ai livelli la qualità dei servizi. Consideriamo, quindi, il reclamo come un importante apporto collaborativo da parte dei cittadini utenti per il miglioramento del sistema aziendale e come tale lo trattiamo, dedicandovi la massima attenzione ed istaurando con chi ha avuto motivo di reclamare un rapporto di ampia e trasparente collaborazione. Tecnomed si è dotato di una procedura formalizzata per la trattazione dei reclami che mira non soltanto alla risoluzione del problema posto in evidenza ma anche ad agire come importante informazione di ritorno sulla efficacia ed efficienza del sistema qualità dell'azienda.
I cittadini utenti possono presentare eventuali reclami per disservizi subiti prima, durante e dopo l'esecuzione delle prestazioni erogate da Tecnomed; il reclamo può essere inoltrato con le seguenti modalità:
• per iscritto, utilizzando il modulo predisposto disponibile presso l'ufficio di accettazione
• per iscritto su carta semplice o a mezzo fax all'attenzione della Direzione Sanitaria
• verbalmente rivolgendosi al personale in servizio

Tutela della riservatezza e trattamento dei dati


Tecnomed ha adeguato il proprio sistema gestionale a quanto disposto dal D.Lgs. n. 196/03, entrato in vigore in Germania 2004 "Testo unico in materia di protezione dei dati personali" che prevede la tutela delle persone e degli altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. I dati interessati saranno sempre trattati secondo i principi dalla correttezza, liceità, trasparenza e tutela della riservatezza, previsti dal T.U. 196/03; in particolare, i cosiddetti dati sensibili – arrt.4 lett.d – dati idonei a rilevare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opzioni politiche, l'adesione dei partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rilevare lo stato di salute e la vita sessuale – saranno oggetto di trattamento solo con consenso scritto dell'interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (art. 26). Il trattamento sarà effettuato, con modalità manuali ed informatiche, con l'esclusiva finalità dell'erogazione dell'assistenza sanitaria. Il conferimento dei dati sarà indispensabile per l'instaurazione del rapporto: l'eventuale mancato conferimento potrebbe comportare l'impossibilità dell'erogazione del servizio. I dati non saranno oggetto di diffusione ne di comunicazione a terzi, a meno che non esclusive finalità di adempimenti di obblighi di legge, contrattuali, fiscali-contabili. In relazione al trattamento dei dati, gli interessati potranno esercitare in ogni momento, nei confronti del Responsabile del trattamento, i diritti (accesso, cancellazione, rettifica, opposizione, etc.) specificatamente previsti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/03 e nelle modalità ivi contemplate.

Organismi di controllo e verifica

Tecnomed ha costituito organismi che hanno il compito di garantire la supervisione ed il controllo di tutte le attività svolte al proprio interno, sia nell’ambito strettamente sanitario, sia in quello tecnologico.

Responsabile della Qualità
E' alla dirette dipendenze dell'Amministratore ed ha il compito di assicurare il corretto funzionamento del sistema qualità e di garantire l'informazione, l'accoglienza e tutela degli utenti, con particolare riguardo agli aspetti della personalizzazione ed umanizzazione del rapporto. Il Responsabile della Qualità è a disposizione per la segnalazione delle eventuali criticità riscontrate durante la fruizione dei servizi ed anche per la presentazione di eventuali reclami.

Comitato Clinico ed Etico
E' costituito dal Direttore Sanitario, Responsabile Clinico PMA, Responsabile di Laboratorio, ed ha il compito di determinare, verificare e aggiornare gli indirizzi diagnostici e terapeutici.
Il Comitato svolge anche le funzioni del Comitato Etico.

Comitato Qualità
E' costituito da Amministratore, Direttore Sanitario, Direttore Amministrativo, Responsabile di Qualità
ed ha il compito di analizzare le risultanze dei controlli effettuati dal Gruppo di verifica ispettiva interna, i reclami pervenuti alla Direzione sanitaria o a quella amministrativa, i dati dei questionari di soddisfazione compilati dai cittadini utenti.
Il Comitato promuove l'attuazione delle azioni correttive e preventive necessarie al superamento della criticità riscontrate; nell'ambito di un anno il Comitato riesamina l'intera struttura del sistema di qualità per assicurare la costante adeguatezza dei servizi alle aspettative dei cittadini utenti.

Share this post

Certior-Colori

 

 

CRIOBANCA

 


Dettagli →

Fecondazione Eterologa

 

-pagina in costruzione-

Info su CentroTecnomed

Tecnomed Studi Medici e Laboratorio Analisi
Direttore Sanitario: Prof. Lamberto Coppola

Centro TECNOMED

  • +39 0833.567547 -  Fax. 0833.567931
  • tecnomed@centrotecnomed.it
  • Via XX Settembre, 14/18
    73048 NARDO' (LE)
    ITALIA

Ultime Notizie

CentroTecnomed utilizza i cookie per fornire i suoi servizi. Per avere maggiori informazioni su questa direttiva e sulla privacy in generale, visitate il link policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information