03 Marzo 2016

Fecondazione assistita: l'Italia contro la scienza. Parla il Prof. Ettore Cittadini In evidenza

Vota questo articolo
(13 Voti)
17499 volte

La legge 40: una delle più grandi vergogne italiane. Con la sua abolizione la ricerca sulla fecondazione assistita può fare grossi passi, ma il "becero oscurantismo" della politica è sempre all'attacco. Parla il medico che nel 1984 fece nascere la prima bimba italiana concepita in vitro.

 

Riassumere in poche righe la carriera e la personalità di Ettore Cittadini è impresa ardua. Potremmo cominciare col dire che è uno di quei pochi siciliani che è riuscito a porre la Sicilia al centro di una rete di rapporti internazionali, di scambi, di incroci di competenze.
Un siciliano di scoglio e di mare aperto, allo stesso tempo: è sempre rimasto nella sua terra, ma ne ha fatto la base da cui partire per acquisire conoscenze all'estero e riportarle indietro. Medico ginecologo, professore universitario, si è laureato a Palermo per poi specializzarsi a Parigi, nella scuola di Raul Palmer, considerato uno dei più grandi ginecologi al mondo. Ha fatto tappa in diversi Paesi: da Lubiana, dove ha lavorato con il noto chirurgo Franc Novac all'Australia dove ha studiato la tecnica della procreazione medicalmente assistita.
Tecnica che, per primo, ha portato in Italia: è nata a Palermo, alla clinica Candela (tuttora della sua famiglia), nel 1984 la prima bimba fecondata in vitro grazie ad una equipe tutta italiana, la sua.

Il giornale L'Ora dedica a questo evento tutta la prima pagina, sottolineando il primato scientifico di una Sicilia su cui nessuno avrebbe scommesso.

fecondazione-assistita--1280x768

Ma non è il primo successo di questo medico dalla personalità vulcanica e generosa. Già prima si era imposto nel panorama scientifico internazionale per avere scritto il primo libro di divulgazione sulla contraccezione in Italia. Il primo ad istituire una banca per la conservazione dello sperma da donatore, il primo a dedicare una monografia alla celioscopia in ginecologia, e poi anche all'endoscopia ginecologica. Testi studiati ovunque: non a caso, è proprio a Palermo che si svolge, nel 1964, il primo congresso di endoscopia al mondo. Poi, tantissime pubblicazioni sulla fertilità e problemi connessi.
Di lui, pochi anni fa, l'ex ministro della Salute Ferruccio Fazio, scrisse che è "un luminare della procreazione in vitro, un grande medico, un sognatore con la testa e le idee nel futuro e i piedi ben piantati nella sua terra siciliana". Leggere il suo curriculum e le celebrazioni a lui dedicate da grandi medici e scienziati intimidisce un poco. Subito si pensa ad un uomo inavvicinabile. Si scopre, invece, un uomo alla mano, dal tratto umano profondo ed empatico. Con lui parliamo delle legge 40, quel complesso di norme che per più di dieci anni ha impedito alle coppie italiane con problemi di fertilità l'accesso alla procreazione medicalmente assistita e che la Corte Costituzionale ha finito di demolire l'anno scorso. Ma parliamo anche delle prospettive future e di come l'Italia affronti il tema della ricerca scientifica rispetto agli altri Paesi, USA inclusi.

 

Continua a leggere l'intervista del Prof. Ettore Cittadini  -> clicca quicittadini

Ultima modifica il Giovedì, 03 Marzo 2016 15:52

Share this post

Certior-Colori

 

 

CRIOBANCA

 


Dettagli →

Fecondazione Eterologa

 

-pagina in costruzione-

Info su CentroTecnomed

Tecnomed Studi Medici e Laboratorio Analisi
Direttore Sanitario: Prof. Lamberto Coppola

Centro TECNOMED

  • +39 0833.567547 -  Fax. 0833.567931
  • tecnomed@centrotecnomed.it
  • Via XX Settembre, 14/18
    73048 NARDO' (LE)
    ITALIA

Ultime Notizie

CentroTecnomed utilizza i cookie per fornire i suoi servizi. Per avere maggiori informazioni su questa direttiva e sulla privacy in generale, visitate il link policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information