• E' più di anno che ci occupiamo di questo argomento "tabù", cioè la riabilitazione del pavimento pelvico con la nostra specialist Dott.ssa Paola Cascione De Raho.
  • La riabilitazione del pavimento pelvico è lo strumento principale dell'approccio conservativo non solo per il trattamento dell'incontinenza urinaria, ma per tutte quelle disfunzioni del pavimento pelvico di natura ginecologica, andrologica, coloproctologica e algologica. Consiste in un insieme di tecniche riabilitative allo scopo di rafforzare i muscoli volontari del pavimento pelvico per prevenire e trattare le alterazioni a carico delle strutture contenute nella cavità pelvica.
  • Le strutture contenute nella cavità pelvica sono sostenute da un pavimento muscolare molto robusto formato essenzialmente da fibre toniche e fibre fasiche.
    Il pavimento pelvico muscolare che occupa l'apertura a forma di rombo si chiama Perineo.
    Il muscolo principale è costituito dall'elevatore dell'ano che a sua volta è formato da: pubo-coccigeo, pubo-rettale e ileo-coccigeo e che ha la principale funzione di sostenere gli organi pelvici e contribuire alla continenza urinaria.

I sintomi e le condizioni che costituiscono una indicazione alla Riabilitazione del Pavimento Pelvico sono sinteticamente:

sintomi del tratto urinario: incontinenza urinaria da sforzo, urgenza e mista

disturbi della minzione

prolasso degli organi pelvici

disfunzioni sessuali (vaginismo, vulvodinia, dispareunia, disfunzione erettile)

dolore pelvico

dolore pelvico cronico 

disfunzioni ano-rettali (incontinenza fecale)

pre-post parto

pre-post chirurgia ginecologica

Il programma di riabilitazione deve essere preceduto da una attenta valutazione a partire dall'accertamento che può risultare difficile poiché i disturbi che interessano il pavimento pelvico possono causare forte imbarazzo e il paziente non sempre è disposto a riferire i propri sintomi poiché coinvolgono la sfera più intima della persona, per questo è necessario un approccio relazionale che metta in condizione la persona di potersi fidare e di potersi sentire a proprio agio.

Gli altri principali strumenti diagnostici sono:

Flussimetria con residuo post-minzionale, stress test per valutare la fuga di urina a seguito di tosse

Half-way System secondo Baden-Walker per valutare il prolasso degli organi pelvici, test del muscolo pubo-coccigeo (PCT)

PAD test o test del pannolino.

Quest'ultimo è un metodo standardizzato per quantificare la perdita involontaria di urina.

I principali obiettivi sono:

favorire il recupero di forza, resistenza, tono e trofismo muscolare

ridurre o eliminare sintomi dolorosi

inibire l'attività vescicale nel caso di urgenza.

È particolarmente indicata in caso di incontinenza da sforzo, da urgenza, mista, sindrome della vescica iperattiva, dolore pelvico.

 

Sull'amore si possono dire milioni di cose; l'amore ha ispirato i migliori romanzi e le più belle note di cantautori italiani e stranieri.


Ma partiamo dalla prima domanda:
perché si festeggia San Valentino proprio il 14 febbraio?

 

Per la tradizione San Valentino è l'autore di numerosi miracoli, ma soprattutto si guadagna l'appellativo di Santo protettore degli innamorati o "Santo dell'Amore" poichè, secondo la leggenda, egli era solito donare ai suoi giovani visitatori un fiore del suo giardino. Tra due di questi giovani nacque un amore che portò ad un unione tanto felice che molte altre coppie seguirono il loro esempio, a tal punto da indurre il Santo a dedicare un giorno dell'anno ad una benedizione nuziale generale.

San Valentino muore il 14 febbraio 273 d.C. per ordine del prefetto romano Placido Furio durante le persecuzioni ordinate dall'imperatore Aurelio. La sua colpa è quella di aver sostituito con un sacramento religioso cristiano l'antico rito pagano della festa della fertilità, i Lupercalia, consacrato al dio Lupercus. La sua vita dedita all'apostolato, e nobilitata dal martirio, indusse nel 1644 i cittadini a proclamarlo Patrono di Terni.

 

Dopo questo momento alla Super Quark, passiamo a cose di questo secolo.

Riflessione:

San Valentino diventa una festa che molti considerano la madre del consumismo.
Ma in realtà, nel 2018, è un voler ricordare ad una generazione… completamente persa nel lavoro o nella vita digitalmente social o nel tempo che non ha più tempo… di alzare gli occhi dalla testiera, di lasciare il telefono a casa o in un’altra stanza, di non truccarsi solo per una foto che verrà pubblicata con il sottotitolo di un aforisma impersonale trovato su internet per 100 like. 

Al vostro partner, non gli importa se sei truccata o meno, se hai mille like o zero, se sei manager o un operaio..Quando vi siete trovati, quando vi siete detti ti amo, lo avete fatto per VOI... per ciò che siete INSIEME e non per quello che apparite agli occhi degli altri.

Riprendetevi il vostro tempo, come coppia, come “io e te”, come anime gemelle.

 

 

Consigli:27972803 1781313355247866 3507521112893375859 n


L’amore in tutto il mondo si festeggia “solo” a San Valentino.
Voi, come coppia, create un vostro giorno di San Valentino, che non sia il 14 febbraio né il vostro anniversario (troppo facile sennò), create una vostra giornata, interamente dedicata a voi, coppia giovane o sposata o con figli.. Non bisogna mai scordarsi che l’amore ha creato ciò che siete voi, ciò che sono i vostri figli e bisogna celebrarlo ogni giorno… o per lo meno ogni settimana.

Una cena… nel vostro ristorante preferito o d’asporto;
Un week end fuori… che sia una gita ad Alberobello o Parigi;
Un’azione che renda felice il vostro partner… lavare i piatti al suo posto o prenotare in un pub per vedere la partita della sua squadra insieme (senza sbuffare o chattare con le amiche);
Cucinare il suo piatto preferito… anche se si trattasse di trippa e peperoni;
Vedere un film insieme può sembrare banale, ma non date mai nulla per scontato. (film che parlano d'amore? Ecco qui un buon elenco)


Si può festeggiare l’amore in mille modi, sta a voi trovare quello su misura per la vostra felicità di coppia.

La medicina della riproduzione non è solo provette e micriscopi...è anche capire la parola Amore, insieme.

 

♥ BUON SAN VALENTINO!!! ♥
 

 

001

Il sistema Genotherapy non è solo un “semplice” trattamento di medicina estetica non invasiva, ma un vero e proprio percorso che nasce con un solo obiettivo: darti dei risultati concreti.

Un modo di volersi bene e ritrovare la bellezza che si merita e che è capace di farci sentire più giovani, attraenti e sani, perchè essere belli significa anche essere in salute con sé stessi e agli occhi degli altri.

Tutto ciò grazie alla massima personalizzazione del trattamento basato sul tuo DNA, che viene analizzato per fare una diagnosi corretta del tuo invecchiamento e mettere a punto dei prodotti (chiamati dermo-attivi) specifici per te che verranno veicolato con un apparecchio diatermico esclusivo, capace di trattare in modo indolore e sicuro anche le zone più delicate come contorno occhi, “codice a barre”, mani e altro.

 

Ed il trattamento, eseguito esclusivamente da medici competenti, non riguarda solo il viso, ma anche zone spesso trascurate ma che sono il vero specchio dell’età come mani, collo e decoltè. Insomma, con Genotherapy e le altre tecnologie Exea avrete a disposizione un arsenale completo per ottenere ciò che desiderate.

 

Ed il trattamento continua a casa, grazie alla messa a punto di innovative creme personalizzate genetiche ad uso giornaliero che possono aiutarti a velocizzare, migliorare e mantenere nel tempo i risultati.  

 

 

Certior-Colori

 

 

CRIOBANCA

 


Dettagli →

Fecondazione Eterologa

 

-pagina in costruzione-

Info su CentroTecnomed

Tecnomed Studi Medici e Laboratorio Analisi
Direttore Sanitario: Prof. Lamberto Coppola

Centro TECNOMED

  • +39 0833.567547 -  Fax. 0833.567931
  • tecnomed@centrotecnomed.it
  • Via XX Settembre, 14/18
    73048 NARDO' (LE)
    ITALIA

Ultime Notizie

CentroTecnomed utilizza i cookie per fornire i suoi servizi. Per avere maggiori informazioni su questa direttiva e sulla privacy in generale, visitate il link policy To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information